I fasciovegani e le altre “genialate” di Cruciani

cruciani e1507650410934 - I fasciovegani e le altre "genialate" di Cruciani

Giuseppe Cruciani è un giornalista che conduce la trasmissione radiofonica La Zanzara su Radio 24 e ha raggiunto la notorietà grazie al suo “stile” infarcito di aggressività, violenza verbale e offese. Tra le varie “vittime” delle sue incursioni radiofoniche, un posto privilegiato l’hanno le persone umane vegane, oggetto di attacchi di ogni tipo per via del fatto che – come è noto – il veganismo è un fenomeno sociale di tendenza ed anche perché – ammettiamolo – purtroppo tra coloro che si definiscono vegan, ci sono sicuramente individui che non brillano per acume e che dimostrano una spiccata tendenza alla rissa mediatica: un vero e proprio invito a nozze per il personaggio Cruciani.
L’ultima fatica del nostro eroe è la pubblicazione del libro I Fasciovegani edito dalla casa editrice La Nave di Teseo. Un libro nella cui introduzione si recita “L’estremismo vegano è una religione che prescrive di amare tutte le specie animali ma al tempo stesso disprezza profondamente una di esse: l’uomo“. Con tali premesse si può facilmente intuire il tono degli argomenti pubblicati.
Non intendo ribattere a quanto affermato. Siccome però mi sono state dedicate quasi due pagine con tanto di citazioni tratte dal libro Proposte per un Manifesto antispecista, per corroborare la “geniale” tesi crucianiana che esista una vera e propria categoria (alla quale io dovrei appartenere) di campioni del “fascioveganesimo nostrano“, mi limito solo a constatare che l’agitatore radiofonico pare si sia preso la briga di leggere il mio libro. Non pretendo che ne abbia tratto un qualche giovamento, di sicuro però ha impiegato un po’ del suo tempo in modo intelligente.