1.568 letture

Il bimbo che sorride di fianco al Cane che muore: quando la violenza è normalità

cane cina big - Il bimbo che sorride di fianco al Cane che muore: quando la violenza è normalità

Fonte: Campagne per gli animali

Una fotografia agghiacciante: un bambino cinese che sorride sereno all’obiettivo che lo riprende passando di fianco a un Cane che sta morendo dissanguato.
La scena fa parte di uno dei video girati dall’associazione spagnola Animal Equality nell’ambito di un’investigazione sulla macellazione dei Cani destinati a divenire cibo in Cina.
La notizie è riportata anche da Il Corriere.it in cui si scrive:

Il ragazzino con la maglietta dei Transformers sorride spensierato all’obiettivo del fotografo, mostrando tutto entusiasta il pallone colorato che tiene tra le mani. Forse non gli capita spesso di ricevere la visita di qualcuno tanto interessato e lui e al luogo in cui vive. Forse per questo il suo volto è radioso È invece assolutamente normale per lui che a pochi metri di distanza ci sia un cane senza vita lasciato a dissanguare nel piazzale, tra rigoli rossi che scorrono verso un foro di scarico in mezzo al cemento. E che, poco più dietro, altri animali attendano di fare la stessa fine. Senza che tutto ciò lo turbi minimamente.

trans - Il bimbo che sorride di fianco al Cane che muore: quando la violenza è normalità18 milioni di Cani e 4 milioni di Gatti vengono ammazzati ogni anno in Cina per motivi alimentari, un inferno che prevede vere e proprie torture per questi poveri Animali prima di diventare cibo, tutto ciò non può far altro che contribuire pesantemente alla narcotizzazione delle coscienze di fronte al dolore e alla sofferenza altrui delle giovani menti dei bambini cinesi, che crescono imparando a ignorarle, a non vederle e a non considerarle: vittime di una società che impone emozioni unidirezionali e a compartimenti stagni.
La violenza e il dolore sono onnipresenti anche nella nostra società occidentale, non commettiamo l’errore di reputarci migliori di altri, anche i piccoli italiani crescono con la convinzione inculcata dagli adulti che ammazzare un essere senziente per cibarsene sia giusto e inevitabile.  Il nostro sistema sociale pretende cittadini insensibili e lontani dai dilemmi della coscienza, cittadini pronti a comprare e consumare, ma non a chiedersi cosa si cela dietro a tali pratiche. Fino a quando le giovani generazioni non potranno crescere e maturare in un contesto culturale e sociale improntato alla giustizia interspecifica e all’empatia, non potremo sperare in un futuro migliore per gli esseri viventi di questo Pianeta e per noi stessi, e i mostruosi massacri come quelli documentati nei video a seguire continueranno a pochi metri dallo sguardo sereno di un bimbo.

Di seguito notizie sull’investigazione sul commercio di carne di Cane in Cina:

Il mercato della carne di cane: www.senzavoce.org/il-mercato-della-carne-di-cane

Video:

Prima investigazione

Seconda investigazione

----------------------

Indirizzo breve di questa pagina: http://www.manifestoantispecista.org/web/MpVoF

2 Commenti

  1. NOI NON CREDIAMO CHE SI DEBBA DEMONIZZARE NESSUN POPOLO, TANTOMENO QUELLO CINESE, PURTROPPO PER CANI E GATTI, SIMILMENTE PER TUTTI GLI ANIMALI CONSIDERATI “DA REDDITO” QUA DA NOI, IL LORO DESTINO NELLE MANI DELL’UOMO E’ SOLTANTO FINALIZZATO ALLO SFRUTTAMENTO SENZA RIMORSO E ALLA CONSEGUENTE UCCISIONE SENZA PIETA’. DI FRONTE AD UNA SIMILE REALTA’ CONSIDERARE LA SCELTA VEGAN DIVIENE UN OBBLIGO MORALE, COSI’ COME LO DIVIENE, PER OGNUNO DI NOI, L’ATTIVISMO INDIVIDUALE PER CERCARE, ANCHE SE SOLTANTO MOLTO, TROPPO! GRADUALMENTE, DI MODIFICARE LO STATO DELLE COSE ( oopss…perdonateci le maiuscole… )

    • Ciao paolo,

      infatti non sid eve commettere questo errori, nel testo proprio a tal proposito è scritto:

      “non commettiamo l’errore di reputarci migliori di altri, anche i piccoli italiani crescono con la convinzione inculcata dagli adulti che ammazzare un essere senziente per cibarsene sia giusto e inevitabile”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *